namlab.jpeg

youtube

GIOVANNI GIUFFRIDA Official Website

Copyright © GIOVANNIGIUFFRIDA.NET dal 2011

Aurora Home Studio

 

Ho sempre considerato il mio spazio musicale come una fosse una "Stanza delle idee" piena di libri, strumenti e anche oggetti che potessero mettermi sempre nella condizione di poter creare musica in modo compiuto dall'idea iniziale alla pre-produzione.

Credo tantissimo nell'efficacia e nel rispetto dei ruoli professionali e delle figure professionali che dedicano il loro lavoro in una determinata direzione artistica  e musicale. 

 

Questo non toglie che negli anni ho acquisito la consapevolezza che la pre-produzione debba avere una forte impronta già dalla nascita di un brano e quindi saper scindere l'efficacia di un timbro rispetto ad un altro, di uno chitarra o di un ampli o di un suono di rullante e via dicendo....mi ha permesso di affacciarmi con curiosità ad altri strumenti fino a deliniare una mappa di produzione basata su dei gusti musicali che molto spesso si ritrovano negli arrangiamenti dei miei brani.

 

Con il campionamento e la scelta di plugin e librerie sonore dedicate, ho creato un setup di suoni campionati che fanno riferimento diretto a strumenti reali che custodisco nel mio Mac e gestisco con il Logic ProX come fossimo in una sala d'incisione dove troviamo residenti un parco strumenti dal quale non mi separo mai.

In questa sezione del sito vi presento alcuni strumenti che fanno parte integrante dei miei colori musicali.

 

Il suono delle chitarre ...

Il mio alterego chitarristico è ben presente nei brani che scrivo e cerco sempre di assecondarlo senza esitazioni.

 

Mi piace tantissimo il colore e il calore del suono di una chitarra, amo il suono della Fender e la sua versatilità di tocco che non conosce ostacoli espressivi, paragono il suono fender al suono del pianoforte .

 

​Utilizzo anche la Fender Telecaster molto spesso per rintracciare sonorità british o negli arpeggi per le ballad più lente mi piace il contrasto con la sorella Fender Stratocaster e poterle far suonare insieme mi regala sempre delle proiezioni di suono sempre molto ben definate.

 

Per le sonarità più power e spinte mi piace poter utilizzare il suono Gibson Les Paul per creare una vera e propria sensazione timbrica e ritmica pulsante.

 

La chitarra acustica e il timbro che utilizzo per ottenere il sound delle chitarre acustiche fa riferimento al suono della Martin, mentre per la chitarra classica mi piace il suono di Lisa Weinzierl.

 

Tutta la catena di amplificatori e pedalini che utilizzo appartiene a Nembrini Audio e Positive Grid.

p7a0076_preview-683x1024.jpeg

FENDER STRATOCASTER "Cream"

 

Questa chitarra è sempre presente in ogni brano che compongo, rappresenta esattamente il primo incontro con la mia musica e il suono della chitarra elettrica.

 

Ha un suono molto pulito e riconoscibilissimo nei brani, sa diventare aggressiva, tagliente, avvolgente, eterea e questa sua versatilità mi ha permesso negli anni di poterla impiegare con i suoi colori timbrici nei miei lavori.

 

Fui folgorato dal colore crema, dal suono e dall'eleganza della sua linea quando la vidi suonare a Dodi Battaglia dei Pooh, in quel momento pesai esattamente il valore espressivo che sa offrire una Fender Stratocaster e pur non essendo un chitarrista questo modello apri le porte alla mia visione ed interesse verso questo straordinario strumento.

 

Appartiene ai cosiddetti "Regali della vita".

img_1842_ddba078e-5b60-4653-8330-7e13e0301d11

FENDER STRATOCASTER "Mint"

 

Il colore menta così particolare è esattamente come il suo suono unico e pieno di carattere dal gusto forte!!! proprio come la menta che rinfresca il nostro palato!.

 

La utilizzo soprattutto nei brani lenti, le cosiddette "Ballad" mi piace tanto il suo graffio e quando si inizia ad arpeggiare ne resti ingabbiato dalla dinamica che riesci ad ottenere.

 

Nell'album dei Duoh:"Ogni desiderio è un sogno" l'ho utilizzata per quasi tutti i brani e sinceramente le sue tessiture si sentono e unite alle simulazioni che riesco ad ottenere sul versante amplificatori, non c'è che da suonare e suonare!

 

Reputo il suono della Fender importante quanto quello del suono di un pianoforte, nel brano "Ogni desiderio è un sogno" scritto al pianoforte, la prima parte è nata proprio per essere suonata al piano ma quando ho sentito come respirava e si articolava con la Strato "Mint" ho regalato lo spazio e il volume a questo strumento e al pianoforte ho lasciato territorio fertile sull'ultima parte.

 

dff

FENDER TELECASTER 

 

Tutte le sonorità "British" che mi inseguono nella mente quando si parla di chitarre, trovano riscontro nell'utilizzo di questo strumento.

 

Aperto, quasi country nell'essenza e pieno di sonorità così particolari che in meno di un secondo prendono sopravvento nel colore del brano.

 

La utilizzo spesso per le ritmiche o con stratificazioni di effetti perchè assomiglia tantissimo e mi rimanda al suono del piano elettrico Fender degli anni settanta.

 

La prima volta che capii la sua essenza fu ad un concerto di Bruce Springsteen dove la sua splendida voce era sorretta solo dal suono di una Telecaster, folgorato ed entusiasta di quel suono e risultato ne ho voluto seguire le tracce fino a portarlo dentro la mia musica.

 

stratocaster-1965-car-candy-apple-red-fender.jpeg

FENDER STRATOCASTER

 

Tutti i soli di chitarra delle mie produzioni sono in eterna lotta fra questa chitarra e la Fender Stratocaster Cream da sempre e probabilmente per sempre!

 

Questa cosa mi diverte da molti anni e per riuscire a scegliere fra le due mi prendo del tempo.

 

Eseguo l'assolo o il tema portante con ambedue le sorelle, su tracce separate e dopo qualche settimana riapro il progetto e scelgo la traccia che mi suona meglio che non ha un nome ma solo una serie di numeri a caso che preventivamente ho ritrascritto su un foglio e che corrispondono a ciascuna chitarra.....Niente condizionamenti!

 

E' un gioco che faccio da anni e chi mi diverte soprattutto quando scopro il suono da quale strumento arriva.

 

La rossa ha un bel carattere ma la cream non scherza affatto!

 

dsc_0007-8-683x1024.jpeg

MARTIN 

 

Il suono delle chitarre acustiche Martin è letteralmente il suono principe di questo strumento e della discografia mondiale che va dall'utilizzo in live a quello in studio.

 

Un suono molto morbido che appoggia perfettamente la voce su un tappeto sonoro davvero suggestivo e mai invasivo.

 

Utilizzo questo strumento per strumming o delle parti di solo, obbligati o fioriture e quando arriva si presenta sempre ordinata e ben accordata e spicca dal mix proprio grazie al suo carattere timbrico così unico e che letteralmente accoglie la voce umana.

 

Nell'album dei Duoh "Ogni desiderio è un sogno" è stata utilizzata per tutte le parti di chitarra acustica nei dieci brani.

 

bias-fx-2-imac-_from-ethan_1_1

AMPLI E SIMULAZIONI

 

Il suono della chitarra è molto condizionato da quella che sarà la sua catena audio che va dallo strumento fino ad arrivare all'amplificatore, in tanti anni di ricerca per riuscire a trovare il "suono ideale" la vera manna dal cielo arriva dai plugin audio che riescono a dare una svolta decisiva al sound dello strumento.

 

Ne esistono di svariati modelli, trovo pertinenti con il mio suono le simulazioni Nembrini e quelle introdotte da IK Multimedia in Amplitube 5.

Il suono delle batterie ...

Di una cosa sono certo, per ottenere il suono di batteria e la ricetta vincente ho ripetuto lo stesso modus operandi adottato per la ricerca delle timbriche ideali adottata per le chitarre elettriche. Quindi ho ascoltato diversi chitarristi per i quali nutro interesse artistico e chiesto a chi suona lo strumento non solo la catena audio da adottare ma anche lo strumento dal quale partire.

 

Così per la ricerca del suono delle batterie, dopo svariate ricerche mi sono reso conto che il suono che mi piace avere nelle produzioni molto spesso arriva dal glorioso marchio Gretsch e molto spesso i piatti utilizzati arrivano da campionamenti Ufip e Zildjian. La prima stesura la suono sempre su una Yamaha Absolute Hybrid Maple.

 

Il mio modo di suonare e concepire la batteria è quanto di più naturale possibile, quindi cerco di suonare quanto più possibile lo strumento campionato come farebbe un batterista e in fase di editing raddrizzo, sposto e rendo dinamica ai singoli pezzi hardaware che la compongono cercando di raggiungere un timing credibile e quanto più andante possibile.

 

In tutto questo esistono diverse librerie molto belle e potenti che ci occupano dell'argomento drums, io utilizzo Toontrack EZ Drummer 3 con dei suoni di batteria che possano soddisfare le mie esigenze di pre-produzione.

 

Per le batterie elettroniche adotto in pieno l'utilizzo di UVI.

 

 

ezdrummer3_7kits_production_expert_.jpeg
pp_bba2_desktop_wide_machines.jpeg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder